Post
Commenti
Autori
Google IDs
Popup
Login
Elenco commenti
pagina di 5942
registrazioni dalla 1 alla 20 di 118830
Post Data/Ora Autore Google ID Alias Testo
Come ti risolvo i problemi di Roma in meno di 13 minuti - Verso un’ecologia della mente…26/02/2017 12:17Franco Sarbia07746347239069080479

Anch'io mi prenoto per due, più una giovane giornalista romana specializzata in archeologia che è interessata a partecipare: Francesca Bianchi. Questo il tema della mia presentazione powerpoint di 15 minuti.
Titolo:
«Tracciati della polis emergente».
Sunto:
«Osservazioni comparative sul ruolo dei binari incisi nella roccia e sulle tecnologie logistiche a scala intercontinentale delle grandi civiltà pre-classiche nella trasformazione degli ecosistemi che “prepararono il terreno” alla genesi della città stato mediterranea.
Soluzione casuale, dovuta a serendipità, di un interrogativo millenario insoluto sul funzionamento di una macchina oscillante capace di utilizzare la forza di gravità per risalirla, come la vela risale il vento.»

Come ti risolvo i problemi di Roma in meno di 13 minuti - Verso un’ecologia della mente…26/02/2017 12:13Franco Sarbia07746347239069080479

@Alessandro Pagnini
Tratterò Silvio come un figlio: di quelli che si dimenticano agli autogrill.

Come ti risolvo i problemi di Roma in meno di 13 minuti - Verso un’ecologia della mente…26/02/2017 12:01Alessandro Pepe16747406014587167897

@tutti
qualche volenteroso vuole prepare un foglio excel su drive o simili per prenotarsi? non vorrei perderne qualcuno per strada. da una parte lista invitati e dall'altra lista relatori magari con due righe di specifica come ha fatto Franco?

Come ti risolvo i problemi di Roma in meno di 13 minuti - Verso un’ecologia della mente…26/02/2017 11:42Franco Sarbia07746347239069080479 Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Come ti risolvo i problemi di Roma in meno di 13 minuti - Verso un’ecologia della mente…26/02/2017 11:05Alessandro Pagnini04202972961931581347

Ah.... anch'io mi prenoto per due :-)

Come ti risolvo i problemi di Roma in meno di 13 minuti - Verso un’ecologia della mente…26/02/2017 11:05Alessandro Pagnini04202972961931581347

@ Franco

Se ti vedo arrivare senza Silvio, ti abbraccio come un fratello :-D


@ Alessandro

Una volta, sarà l'omonimia, ho fatto una cosa simile, ma avrò avuto 17 o 18 anni. Ero a passeggio, da solo, sulla catena montuosa della Calvana (tra i 400 e 1000m, praticamente collina/montagna), che domina la pianura che accoglie Firenze, Prato e Pistoia. Avevo con me il mio solito sacchetto per i rifiuti, visto che mi ero portato un pranzo a sacco e rientrando decisi di raccogliere quello che trovavo lungo il sentiero, almeno fino alla massima portata delle mie attrezzature.
Ho sempre pensato che un sia pur minimo volontariato potrebbe risolvere molti problemi, nonché migliorare con l'esempio e la partecipazione, il senso civico delle persone.

Improved stability and performance of surface-modified Constantan wires, by chemical additions and 26/02/2017 09:36Mario Massa04805835157798594813

@Silvio
Alla probabile spiegazione di Camillo aggiungerei la semplice considerazione che il peso del fiammifero bruciato è circa 50 volte meno di quello integro, per cui anche una forza debolissima può riuscire a sollevarlo.

Improved stability and performance of surface-modified Constantan wires, by chemical additions and 26/02/2017 07:19camillo01462872551452638048

@Silvio Caggia,
il fenomeno dovrebbe ricondursi a questa situazione:
se tu prendi una miscela di polvere di ferro e zolfo, con una calamita puoi sollevare il ferro che trascina anche un po' di zolfo.
Se tu fondi la miscela ottieni il solfuro di ferro che non presenta proprietà magnetiche, e il composto NON viene attirato.
Ora fai l'operazione inversa immagina che nel fiammifero ci sia in punta una sostanza simile al solfuro di ferro, quando fai la combustione si separano gli elementi di base e il ferro appiccato al legno trascina questo verso la calamita.

Improved stability and performance of surface-modified Constantan wires, by chemical additions and 26/02/2017 02:30Silvio Caggia10961080501940811656Silvio, Silvio Caggia, silvio.caggia, silviocaggia

@Mario Massa
Visto che si parla di magnetismo...
Avevo visto su fb un video di uno che provava a sollevare dei fiammiferi da cucina con una potente calamita, ed ovviamente non ci riusciva, ma poi accendeva il fiammifero e lo bruciava completamente, ed a questo punto la calamita attraeva la testa del fiammifero e lo sollevava...
È un fenomeno reale? Come si spiega?

Come ti risolvo i problemi di Roma in meno di 13 minuti - Verso un’ecologia della mente…26/02/2017 02:05Silvio Caggia10961080501940811656Silvio, Silvio Caggia, silvio.caggia, silviocaggia

Io mi prenoto per due.
Sempre che Franco Sarbia non azioni il sedile eiettabile durante il viaggio o mi scarichi in un'area di servizio... Se lo vedete arrivare senza di me guardatelo di traliccio...

Come ti risolvo i problemi di Roma in meno di 13 minuti - Verso un’ecologia della mente…26/02/2017 00:23Franco Sarbia07746347239069080479

Oppure utilizziamo il blog?

Come ti risolvo i problemi di Roma in meno di 13 minuti - Verso un’ecologia della mente…26/02/2017 00:15Franco Sarbia07746347239069080479

Caro Alessandro, i tuoi conti migliorerebbero ogni giorno perché ciascuno dei cittadini che avesse aderito all’iniziativa dopo il primo giorno inizierebbe a non gettare a terra cicche, carte, sacchetti, bottiglie e bicchieri: terrebbe in mano o in tasca le sue schifezze fino alla prima stazione di raccolta differenziata. Mi piacerebbe che la tua proposta fosse presa sul serio e si pensasse, per esempio, a un giorno al mese di mobilitazione: magari con la supervisione del personale dell’azienda municipale. Sarebbe come estendere all’intera città e rendere sistematiche le iniziative di pulizia dei parchi e delle spiagge promosse ogni tanto da associazioni o gruppi di cittadini. Sarebbe altamente educativo per cittadini, i lavoratori del settore ed amministratori. Ma forse non ti rendi conto di quanto la tua proposta sia una provocazione. 35 anni fa feci parte del consiglio d’amministrazione dell’Azienda Municipalizzata d’Igiene Urbana di Genova (AMIU). Assumemmo un discreto numero di giovani per la pulizia delle strade del quartiere di Cornigliano, uno dei più inquinati, polverosi e sporchi perché sede di cokerie, altiforni ed acciaieria dell’Italsider. Furono affidate a ciascuno degli apprendisti le aree di servizio giornaliero stabilite dagli accordi sindacali. Armati di ramazze di saggina partirono per lo “spazzamento” la mattina alle 7. Alle otto e mezza avevano già finito il lavoro dell’intera giornata ed erano tornati al centro di raccolta. Lì furono immediatamente aggrediti dagli anziani che li rispedirono in strada, invitandoli a imboscarsi nei bar senza dare nell’occhio, perché se i dirigenti li avessero trovati in giro inoperosi avrebbero immediatamente proposto una riduzione dell’organico. Poi il sistema si è industrializzato, come insegna la diffusione dei furbetti del cartellino. Certo sarebbe ingiusto generalizzare verso gli onesti lavoratori. E sono molti. Ma il problema non è minore ai livelli organizzativi più elevati. Già allora a Genova la mafia era pienamente operativa. Quando l’AMIU decise di gestire in proprio il trasporto terra per la discarica, sottraendolo alle ditte che avevano vinto l’appalto, a seguito di minacce di morte ai concorrenti, la polizia stradale iniziò a fermare e multare sistematicamente i camion aziendali in transito sull’autostrada. Della terra dei fuochi ancora non si sapeva nulla. Come pensi di organizzare le prenotazioni ed il programma dell’incontro del 23 aprile? Attiviamo una chat su whatsapp, o via email?

Improved stability and performance of surface-modified Constantan wires, by chemical additions and 25/02/2017 21:21camillo01462872551452638048

@Abtonio.
Dopo questo volo pindarico sulla filosofia nella via della conoscenza, tornando ad e-cat mi chiedi:
" nel test al quale sei stato presente non c'era quindi nessuna regolazione dell'alimentazione? Potresti descriverci lo schema?
I cavi monofase della rete luce erano direttamente connessi alla resistenza del reattore? Quindi l'unica attività di "stop and go" che hai descritto veniva fatta dando e togliendo corrente? Con un interruttore "a vista"?

Per quello che ricordo, elettricità da 1800-1900W pilotava direttamente E-Cat. I cavi di controllo partivano invece dal computer portatile e mi sembravano schermati.
Come ti dicevo ero perplesso per la mancanza del pilotaggio esterno, io "SUPPOSI" che il funzionamento dell'interruzione fosse del tipo a relè o equivalente ma non c'erano verifiche.
Questa supposizione me la ricordo perché, convinto com'ero che ci fosse in ballo l'impulso stretto di Tesla, pensai che i "colpi" fossero sostituiti dai gruppi di accensione e spegnimento progressivi.

Mi rendo conto che dovevo essere più insistente, ma come ti ho detto l'operatore disse di non sapere NULLA del controllo impulsi.
D'altra parte ero concentrato e curioso di vedere il calore e l'eventuale COP.
Fra l'altro pensavo che ci sarebbero state altre prove.

Certo che se il pilotaggio di quel E-Cat fosse stato on/off senza parzializzazione degli impulsi, i fenomeni rilevati sui Wattmetri risulterebbero ben stani. Comunque per quanto improbabili in fin dei conti poteva anche essere una eccezionale casualità.

Molto più sorprendente fu il cambiamento quando eliminai il mio calorimetro e lasciai uscire il vapore liberamente nell'aria. La temperatura si portò ai valori previsti, le curve rispettavano quelle sperimentate in altre prove a detta del tecnico.

Infine 20 minuti (almeno) di temperatura costante e vapore trasparente in uscita SENZA ALIMENTAZIONE (funzionava solo quella del computer portatile), per me era un autosostentamento. Peccato non aver misurato!
Provo a insistere ancora per un'altra prova, ma non dipende da me.


Improved stability and performance of surface-modified Constantan wires, by chemical additions and 25/02/2017 20:15Mario Massa04805835157798594813

@Nikola Tesla
@Antonio
"non c'è magnetizzazione residua"

Questo non è vero. La magnetizzazione residua c'è sempre. Le vecchie dinamo che venivano usate nelle automobili prima dell'introduzione degli alternatori erano realizzate in ferro dolce, eppure funzionavano per autoeccitazione dello statore sfruttando proprio la magnetizzazione residua. Però è vero, nel caso del magnete di Leedskalnin la magnetizzazione residua non c'entra.

Sappiamo che i fenomeni ferromagnetici macroscopici sono dovuti all'orientamento dei "magnetini" elementati (dipoli elementari) che costituiscono il materiale. La permeabilità magnetica elevatissima dei materiali ferromagnetici è dovuta proprio a questo fenomeno, fenomeno che scompare oltre una certa temperatura (di Curie), quando l'agitazione termica prende il sopravvento e non permette la disposizione ordinata dei "magnetini".
Quello che mi pare succeda nel caso del magnete di Leedskalnin è che una volta orientati i magnetini per mezzo di un campo magnetico generato dalle bobine, questi rimangono orientati pur trattandosi di ferro dolce (che di per sè perde quasi completamente l'orientamento appena cessato il campo esterno) perchè il flusso è chiuso e intenso. Il flusso magnetico non dissipa alcuna energia e può continuare all'infinito, infatti i magneti permanenti mantengono i "magnetini" orientati producendo un intenso campo magnetico che però di per sè non può produrre alcuna energia.

In pratica nel magnete di Leedskalin i magnetini si mantengono "autoorientati", cioè sono orientati dallo stesso flusso da essi generato.
Appena si apre il circuito magnetico, il flusso magnetico crolla e i magnetini (trattandosi di materiale dolce) si dispongono nuovamente in modo casuale. Chiaramente a questo punto se richiudi il percorso magnetico i magnetini rimangono disposti caoticamente e l'ancoretta non si attaccherà alla elettrocalamita fintanto che non darai un altro impulso di corrente nell'elettrocalamita.
Chiarito il fenomeno, chiederai:"si ma questi magnetini elementari cosa sono?". La teoria è molto complessa, ma puoi averne un'idea su wiki: https://it.wikipedia.org/wiki/Ferromagnetismo
Poi puoi sostenere che, siccome non capisci nemmeno i simboli utilizzati (li utilizzano solo fisici e chimici e un poco gli ingegneri), non ci credi. Ma su questo non posso aiutarti. A ognuno il suo mestiere.

Il diritto di contare (Hidden Figures, 2016)25/02/2017 19:02Franco Sarbia07746347239069080479

Quel che stupisce della ricerca di esopianeti il dubbio che ne esistano di capaci di ospitare forme di vita più o meno intelligente, come se il nostro sistema solare continuasse ad essere in qualche modo un "centro" privilegiato dello spazio visibile. Davvero Giordano Bruno a 417 anni dal rogo continua a essere considerato un eretico. In universi di innumerevoli sistemi astrali tendenti all'infinita diversità non vi possono essere dubbi sull'esistenza di innumerevoli ecosistemi comprendenti forme di vita intelligente, simili o diverse, meno evolute e più evolute rispetto a quelle terrestri.

Improved stability and performance of surface-modified Constantan wires, by chemical additions and 25/02/2017 17:28Antonio13194252721186945950

@Nikola Tesla:
"quando si staccano i 'ferri' non si attaccano più".

Appunto.

Osserva una cosa: il circuito magnetico cambia quanto "attacchi" e quando "stacchi" l'ancoretta e di molto visto che la permeabilità magnetica del ferro è 100 volte quella dell'aria e, per di più, nella configurazione a "U" il traferro è quasi infinito

Improved stability and performance of surface-modified Constantan wires, by chemical additions and 25/02/2017 16:49Nikola Tesla15063838641650897820

non c'è magnetizzazione residua

no cicli d'isteresi

quando si staccano i 'ferri' non si attaccano più
____________________
Notate anche come wikipedia (madre di tutti i depistatori) tratta l'argomento relegandolo tra le curiosità insignificanti: ---è un principio in uso nelle serrature---
Così pensiamo: è una sciocchezza! È una cosa risaputa!

Improved stability and performance of surface-modified Constantan wires, by chemical additions and 25/02/2017 15:55Antonio13194252721186945950

@Nikola Tesla: non vedo nulla di inspiegabile in quel magnete se si pensa alla magnetizzazione residua.
Le memorie (a nuclei magnetici) dei primi computer funzionavano proprio in base a questo principio.
Materiali con un ciclo di isteresi piuttosto ampio mostrano il fenomeno in maniera evidente ed osservabile.
Occorre però considerare che, facendo i conti per bene, c'è una completa conservazione dell'energia.

Improved stability and performance of surface-modified Constantan wires, by chemical additions and 25/02/2017 15:24domenico canino10237968745137954191

@Camillo
Grazie. Io non ho visto diretatmente mai nulla di RV o viaggi in astrale. Dunque "galileianamente" non devo crederci. Ma chissà perchè queste cose "risuonano" familiari dentro di me. Io distinguo sempre i due piani. Se devo parlare di fatti mi attengo a Galileo. Se devo parlare di ipotesi, di possibilità, posso spaziare liberaMente. E di questo che parliamo qui, di ipotesi, perchè di prove galileiane non ne abbiamo nessuna.

Improved stability and performance of surface-modified Constantan wires, by chemical additions and 25/02/2017 14:15Nikola Tesla15063838641650897820

citazioni di Antonio:
sulle poche cose acclarate e, per le quali, non se ne è (mi sta bene anche dire "ancora") messa in dubbio la "forma" della conoscenza.
L'elettrotecnica è una di queste cose.

Se prendiamo il magnete di Leedskalnin dove il flusso magnetico (qualsiasi cosa sia) si mantiene anche quando la corrente che secondo le formule dovrebbe generarlo, non abbiamo una confutazione di queste leggi?

E non ce l'abbiamo da almeno una ottantina d'anni, solo che si fa finta 'de gnente'?
(Lo chiedo a tutti)
_____________
Ringrazio il mio vecchio 'pazzo' prof che a sQuola ci parlava di questo, di Tesla, Bedini... cose che poi ho messo da parte ma che oggidì mi tornano da tutte le parti ;)

pagina di 5942
registrazioni dalla 1 alla 20 di 118830
26/02/2017 12.22